CENTRO SPORT COMBATTIMENTO


Vai ai contenuti

PUGILATO

PUGILATO

Giulio Cisari, primi anni '30

DIRETTO : colpo sferrato stendendo completamente il braccio in avanti,
a colpire il volto o il busto dell'avversario. ╚ un pugno fondamentale, e
viene portato sfruttando la torsione della gamba d'appoggio, della schiena e delle spalle
GANCIO : pugno sferrato mantendo il braccio piegato, ad uncino, ruotando la spalla
MONTANTE : colpo sferrato dal basso verso l'alto, a cercare solitamente il mento
dell'avversario, anche se pu˛ essere diretto anche al busto o all'addome.

Conosciuto anche come la
Nobile Arte, il pugilato Ŕ uno stile
di autodifesa e uno sport da combattimento.
E' uno sport impegnativo e completo, le doti fisiche richieste
sono infatti velocitÓ, agilitÓ, forza e resistenza. Il combattimento richiede sia
sforzi aerobici che anaerobici, pertanto l'allenamento mira sia al miglioramento
della resistenza, ovvero alla durata dello sforzo fisico nel tempo, tramite corsa,
salto della corda, allenamento a corpo libero, sia al miglioramento della forza e
allo sviluppo della massa muscolare.
Il pugilato richiede soprattutto una notevole forza di sopportazione e carattere
per poter affrontare gli sforzi durante l'allenamento, infinite ore devono essere
trascorse nel miglioramento della forza e della tecnica di combattimento,
infinite ore sono necessarie per imparare a centellinare lo sforzo

Non si diventa boxeur se non vi Ŕ prestanza atletica.









Torna ai contenuti | Torna al menu